Cerca
  • Laura Invernizzi

Editoriale 2

Aggiornamento: 12 ott 2021

「節」setsu “passaggio” 「節目」 fushime “punto di svolta”


「節」setsu è il “passaggio” e il “periodo”, ma è anche – a seconda della lettura del kanji – fushi, l’“articolazione”, la “giuntura”. Il “nodo”.

Aggiungici l’occhio ed esso si trasformerà in 「節目」fushime, nel “punto di svolta”, quello che determina il cammino, la crescita d’un albero, lo sviluppo di un bambino, la psiche di un adulto.

I giapponesi sono soliti spiegare questo concetto con il bambù, con l'immagine dei nodi che si creano di sezione in sezione e sostengono, del suo fusto cavo e legnoso, l'allungarsi solido e ritto verso il cielo. La crescita che inizia da un nodo e in un nodo finisce. Così sono le fasi della vita, ed ogni svolta è un irrobustirsi. Così ogni periodo dell'esistenza risulta necessario ed esso va affrontato bene, dal suo inizio alla sua fine.


4 dicembre 2013 - Laura Imai Messina - Giappone Mon Amour


Sono passati esattamente due mesi dalla messa in onda del primo podcast - 25 ottobre - e l’avvio di programmi/show. Ed è tempo di fare qualche bilancio come si è soliti fare quando si arriva a conclusione di un anno….e volgendo lo sguardo indietro anche al decennio che lasciamo alle spalle.

Tanta la strada percorsa, fisica e mentale, così come le persone incontrate e quelle che abbiamo perso, ne conto diverse purtroppo nella mia vita, una in particolare di cui sento la mancanza ogni giorno… e poi ci sono quelle che abbiamo lasciato andare, con cui abbiamo magari percorso un tratto più o meno lungo della ns vita.

Si pensa non si riescano a superare certi momenti, se mi avessero detto all’inizio di questo anno che mi sarei dovuta allontanare dalla mia famiglia lavorativa, che la persona che per anni ha condiviso con me quegli spazi se ne sarebbe andata di lì a poco, per sempre dopo una lunga malattia…ecco io non so se sarei riuscita a non farmi venire il panico o l’ansia….ma poi una volta che stai vivendo quei momenti qualcosa accade… ed è lì che è nata Radio Tomoko e ne sono felice, anche se magari non scaliamo - ancora - le classifiche.

L’accoglienza del primo editoriale è stata sorprendente, nonostante l’emozione della voce, sono arrivati i complimenti pure dal mio ex capo Marco (che tra l’altro mi ha regalato il primo gadget di Radio Tomoko - 100 penne - che sto distribuendo qua e là) ovviamente da buon radiofonico il mondo podcast non è nelle sue corde, quindi a parte l’editoriale che ha ascoltato interamente per il resto mi ha confessato che riesce a restarci per non più di 2 minuti consecutivi…tempi della radio insomma.


Il divano chiama mi ha già regalato momenti di serendipità, serendipity in inglese (come il film) le scoperte fortunate, le casualità, che fosse la presentazione del libro di Rick duFer sulle serie TV a Magenta, il Thanksgiving che ha portato ad uno scambio di ricordi di serie Tv (con la zia Manu ad esempio) ma anche di ricette con Marta, che abita in Michigan e ci ascolta (grazie ancora!!!) per non parlare di Aya della Gastronomia Yamamoto con cui ho avuto una piacevole chiacchierata e con cui magari tornerò a collaborare, ma anche il commento positivo di Matteo Marino (la condivisone del post in cui ho raccontato dei suoi libri sulle serie Tv cult), insomma anche se i numeri non sono da urlo perché mi rendo conto che il tema è particolare, sono contenta di come si stia sviluppando.

Meteo Sincero purtroppo ha invece subito una battuta di arresto - dopo la puntata pilota - causa impegni del co-conduttore Marcello, mi auguro possa ripartire a gennaio.

Non avevo dubbi che A spasso con Wilma suscitasse entusiasmi anche tra i più restii sul tema podcast (come Flavio) non solo perché parla di itinerari milanesi, ma per come Wilma imposta le sue puntate e il tono che usa, potrebbe tranquillamente essere ascoltato come audioguida - anzi vi invito a farlo e a segnalarcelo!

Grazie a quanti hanno risposto positivamente, condividendo i post e mettendo mi piace alla pagina Fb di Radio Tomoko, a chi ci ascolta da ogni parte del mondo (ogni giorno arrivano conferme ed è bello sapere di essere in qualche modo vicini, nonostante i Km che ci separano)

Ci sono cose da perfezionare, cercare di essere maggiormente visibili o almeno far sì che la fruizione del podcast sia il più semplice possibile…. sicuramente il sito sarà una delle cose a cui devo mettere mano nel più breve tempo possibile, poi ovviamente conto di ampliare i contenuti del podcast con altri programmi/show.


Laura Invernizzi

1 visualizzazione0 commenti

Post recenti

Mostra tutti